Seguici anche suFacebookTwitterGoogle PlusYoutube
  • English
  • Italiano
FOCUS
focus arrow
Williams Formula 1 team 'blinded' by its 2014/15 success Kimi Raikkonen wins thrilling F1 United States Grand Prix Haas drivers hail 'surprising' Force India pace in recent F1 races MotoGP 2018. Dovizioso: "Non è stato facile, ma non ho fatto errori" Autosport podcast: Were Mercedes' Russian GP team orders justified? F1 Austin, Isola (Pirelli): «Strategie diverse, gara imprevedibile» F1 Singapore, Ferrari, Vettel: «Domani sarà difficile». Chase Carey defends Formula 1's move into betting F1 Belgio, trionfa Vettel. Sul podio Hamilton e Verstappen F1 Force India, Ocon: «Vi prometto che non mi arrenderò» Esteban Ocon: Sergio Perez apologised for Singapore GP collision Formula 1: Kevin Magnussen loses legal battle with former manager Hamilton: Formula 1 should consider 'super weekend' format shake-up Ex-F1 team boss Briatore: Vettel too obsessed with wins for title MotoGP 2018. Rossi: "Qui meglio che in Austria" Lewis Hamilton wins F1 Russian GP after Mercedes team orders Daniel Ricciardo gets F1 grid penalty for Brazilian GP Orari TV MotoGP. GP di Aragón F1 Red Bull, Verstappen: «Ero determinato a vincere» Max Verstappen hits back at Renault F1 boss Cyril Abiteboul

PISSI PISSI BAU BAU BRASILIANI

Interlagos, BrazilGP

SkeetGp

Più controlli contro le rapine

Dopo quanto successo lo scorso anno, quando Pirelli e McLaren annullarono i test gomme per diversi tentativi di rapina (gli uomini Mercedes furono costretti a consegnare oggetti di valore), gli organizzatori brasiliani sono corsi ai ripari. Per quest’anno rafforzate le procedure di sicurezza con la polizia che se ne andrà quando lasceranno il circuito tutti i tecnici. La polizia ha dato ampie assicurazioni in merito. Staremo a vedere.

inter2_0.jpg

Gp Hanoi, Tilke non farà danni

Ora è ufficiale: nel 2020 avremo un nuovo Gp, il Vietnam, quarta gara cittadina dopo Monaco, Singapore e Baku: 22 curve, per 5.565 metri. Sarà anche la quarta gara in Asia, dopo Cina, Giappone Singapore.

hanoi_vietnam_circuito-666x444.jpg
Il nuovo tracciato di Hanoi

Entusiasti in Liberty Media: però non è chiaro se Hanoi sostituirà uno dei Gp in calendario, visto che nel 2019 saremo a 21 Gp e c’è ancora il rebus Miami. Come sempre sarà Hermann Tilke a occuparsi del tracciato. Per nulla amato dai piloti, accusato di costruire circuiti di una noia mortale, questa volta non dovrebbe, fare danni. Si è infatti ispirato ad altri grandi tracciati.. Il rettilineo di 1500 metri ricorda Sepang, le curve 1-2 il Nurburgring, la 12  la S. Devote di Montecarlo, la 16 e 17  le Esse di Suzuka. Speriamo bene.

Wolff spera di “blindare” Hamilton

Il team principal di Mercedes, Toto Wolff, ha fatto chiaramente intendere nei giorni scorsi che è sua intenzione “blindare” Lewis Hamilton sino alla fine della sua carriera.

hamilton_1.jpg
Per Hamilton è sempre festa

Questo perché quest’anno, da metà stagione in poi, c’è stato tutto un rincorrersi di voci che Lewis avrebbe lasciato le frecce d’argento. Ecco perché Wolff ha deciso di proporre una estensione del contratto per altri due anni. Cosa che ovviamente ha fatto enorme piacere a King Lewis che ha prontamente firmato fino al 2020. Non è un segreto che i dirigenti di Liberty Media stanno pianificando una completa revisione delle regole per la stagione 2021. Ed Hamilton prima di decidere che fare vuole vederci chiaro e capire bene. Wolff comunque, sta lavorando anche in questo senso e non ha intenzione di perdere la sua gallina dalle uova d’oro.

sasub.jpg
Giovinazzi chiede un intervento sugli specchietti

Giovinazzi vuole vederci chiaro

Secondo Antonio Giovinazzi, futuro pilota Sauber, la FIA dovrebbe imitare quanto già fatto nel Mondiale Endurance con l’installazione di una telecamera che consenta al pilota di vedere più chiaramente la vettura che segue. Kevin Magnussen su tutti ha detto che la situazione è diventata insostenibile. Con l’aerodinamica odierna, è  difficile vedere qualcosa negli specchietti retrovisori - ha detto Giovinazzi a PlanetF1 -. Probabilmente, uno schermo all’interno dell’abitacolo potrebbe essere una soluzione. Dipenderà dalla sua ubicazione, ma in ogni caso penso che possa essere una buona opzione”.  

xpb_937667_hires-1-725x500.jpg
Leclerc e Vettel, oggi amici. Ma domani?

“Charles non è Kimi, Kimi non è Charles”

Se anche Sebastian Vettel si mette a fare il teorico dell’ovvio, allora siamo a posto. Eppure sono proprio queste le parole che il tedesco in rosso ha dichiarato ad Autosport nei giorni scorsi. Seb ritiene essenziale che lui e il nuovo compagno di squadra Charles Leclerc abbiano un rapporto di collaborazione la prossima stagione. Per questo motivo ha spiegato che sarebbe controproducente per Ferrari che i due piloti si facessero la guerra per avere la supremazia all’interno del team: “Charles è giovane, ha un sacco di cose in testa e molte idee. Per questo dobbiamo lavorare insieme in pista”. Domanda: quanto durerà?