Seguici anche suFacebookTwitterGoogle PlusYoutube
  • English
  • Italiano
FOCUS
focus arrow
F1, Arrivabene: «Questo sport deve parlare alle nuove generazioni» MotoGP 2018. Dovizioso: "Grande rispetto per Marquez" Hanoi Formula 1 circuit for 2020 Vietnam Grand Prix revealed Formula 1: Grosjean to try new Haas floor again at Monza Red Bull's Christan Horner defends Max Verstappen over Ocon bust-up Bottas admits lack of Mercedes F1 results now draining confidence Rossi sui test: “Vinales veloce, ma non basta” F1 Giappone, Arrivabene: «Discussioni generano soluzioni» Williams now my only hope of staying in F1 in 2019 - Esteban Ocon Lorenzo/Ducati: matrimonio riuscito o fallito? Thick paint caused crumbling kerb during F1's Abu Dhabi GP weekend F1 Monza, team-radio di Vettel: «È stato un tentativo stupido» F1, diretta qualifiche Gp Giappone ore 8 McLaren to trial F1 junior Norris again in Italian GP FP1 at Monza Red Bull wouldn't consider Ocon due to Mercedes link - Horner F1 Mercedes, Hamilton: «Non sono preoccupato, le prossime gare saranno rivelatrici» Mercedes: Hamilton's damaged engine 'looks normal' after practice Mercedes suffered multiple problems in F1's US GP - Hamilton Max Biaggi in Moto3 con Canet e KTM Formula 1 chiefs join drivers to discuss championship's future

UN TRIONFO TRISTE CHE PUÒ VALERE UN MONDIALE

Bottas ai microfoni di Paul Di Resta
Bottas ai microfoni di Paul Di Resta
Sebastian Vettel, terzo
Sebastian Vettel, terzo
Wolff, team radio a Bottas "giornata difficile per te, per noi, Ne parliamo dopo"
Wolff, team radio a Bottas "giornata difficile per te, per noi, Ne parliamo dopo"
Hamilton consola Bottas
Hamilton consola Bottas
Hamilton consola Bottas
Hamilton consola Bottas
Bottas cede la posizione ad Hamilton
Bottas cede la posizione ad Hamilton
Cover RussianGP 2018
Cover RussianGP 2018
Bottas sul podio, RussianGP 2018
Bottas sul podio, RussianGP 2018
Hamilton consola Bottas
Hamilton consola Bottas
Hamilton su Vettel
Hamilton su Vettel
Lotta Ham vs Vet dopo undercut della Ferrari
Lotta Ham vs Vet dopo undercut della Ferrari
RussianGP 2018
RussianGP 2018
Podio RussianGP 2018
Podio RussianGP 2018
Hamilton ai microfoni di Paul Di Resta
Hamilton ai microfoni di Paul Di Resta
Miglior pilota Verstappen
Miglior pilota Verstappen
Ordine di scuderia Mercedes, RusianGP 2018
Ordine di scuderia Mercedes, RusianGP 2018

Sala Stampa F1

podio.jpg
RussianGP 2018: Hamilton fa salire sul primo gradino Bottas

PODIO - La doppietta Mercedes in Russia e la vittoria numero 70 di Hamilton avvicinano sempre più la le frecce d'argento ed il pilota britannico al quinto trionfo iridato consecutivo. Ma la ragion di stato, gli ordini di scuderia e relativi musi lunghi a fine gara, di circostanza comunque visto le regole esistenti e gli obiettivi centrati, rendono meno dolce l'ennesimo 1-2 assestato al mondiale dai ragazzi di Brackley, quelli in pista, quelli ai box, quelli di stanza in Inghilterra ed a Stoccarda. Ed una Ferrari che quasi nulla ha potuto, e che vede allontanarsi vieppiù il sogno iridato.

whatsapp_image_2018-09-30_at_15.15.39.jpeg
La faccia contrita di Bottas sul podio

Il termometro segna -50 tra i piloti e -53 tra i team, il pokerissimo d'argento sta per essere calato.

Bottas, ovviamente, il più contrito, il più amareggiato, l'infelice "maggiordomo" come sentenziò Arrivabene, che ha dovuto dar strada ad Hamilton e rinunciare probabilmente ad una vittoria meritata soprattutto dopo la pole di ieri. Ma già dopo le qualifiche tutti sapevamo come sarebbero andate le cose in casa Mercedes qualora Valtteri si fosse trovato davanti a Lewis, a maggior ragione con un Vettel dinanzi o in grado di ridurre il divario in classifica.

undercut.jpg
Lotta Hamiilton Vettel dopo l'undercut della Ferrari

LOTTA FERRARI MERCEDES - Ed il ferrarista ci ha provato, non al via, quando è stato Hamilton a sfruttare la scia del compagno partito senza problemi, ma con l'undercut riuscito, giro 13, in occasione del primo ed unico pitstop. Il tedesco finisce davanti ad Hamilton dopo essergli stato negli scarichi nella prima parte di gara; spinge Loria più che può mantenendo la posizione sul britannico quando questi si ferma per la sua sosta. Ma Luigino fiuta la preda, sfrutta l'ala posteriore mobile nella successiva tornata e, dopo una difesa strenua ed al limite del lecito di Sebastian in rettilineo, lo infila alla sua destra tra la lunga curva 3 e la 4, sullo sporco.

whatsapp_image_2018-09-30_at_15.14.45.jpeg
Bottas cede la posizione ad Hamilton

Con distacchi sempre a tiro di DRS, il terzetto Bottas-Hamilton-Vettel (oggi Kimi quarto, ma mai a ridosso dei contendenti) ha proseguito la propria marcia, ma su di loro aleggiava il sospetto che prima o poi avrebbe suonato il citofono di casa Mercedes, impartendo ordini di squadra. Così avviene al giro 25, quando Mr. Wolff ed il muretto dei campioni comunicano al finlandese di far passare Lewis complice un piccolo blistering in divenire sulle posteriori della numero 44. (Nel video Vettel ronicamente cerca il blistering sugli pneumatici della Mercedes) Mossa sin troppo plateale nella sua esecuzione, quasi Bottas volesse illustrare al mondo come non gli sia andata giù.

Sperando, magari, richiamassero al citofono verso il traguardo per tornare ad invertire le posizioni, tanto Vettel non si sarebbe inserito tra i due. Purtroppo ha prevalso la ragion di stato, quei giochi di squadra tanto esecrabili quanto pienamente legali in Formula 1. Avrà tempo e modo di levarsi una soddisfazione il buon Bottas, certo che farlo a giochi fatti e magari senza meritarlo non sarà lo stesso.

whatsapp_image_2018-09-30_at_15.15.46_1.jpeg
Verstappen, compie 21 anni ed è il miglior pilota del giorno

REDBULL - Come non sarebbe stato quasi sicuramente lo stesso Gran Premio se le Redbull fossero partite coi primi senza penalizzare. Un indiavolato Verstappen nel giorno del suo ventunesimo compleanno è stato l'assoluto protagonista della contesa, sorpassando tutto e tutti in avvio fino ad issarsi in cima al plotone, grazie alla partenza con gomme soft che lo hanno portato all'unica sosta a 10 giri dalla fine. Un quinto posto che sa di podio virtuale, magari da attaccare a Suzuka la prossima settimana su una pista che piace alla Redbull.

Bene Ricciardo, sesto dopo una meno scintillante rimonta rispetto all'olandese volante, sempre pìu maturo, concreto ed indenne da errori. Benissimo il principino di Montecarlo, Leclerc, settimo e primo del resto del mondo, solido, ineffabile ed inesorabilmente a punti con una Sauber non più cenerentola. Discreta la prova delle Racing Point rosate, entrambe a punti dopo lotta intestina stavolta senza danni, a colpi di citofono anche qui. Magnussen, ottavo, con l'unica delle Haas nella top 10, e per l'ennesima volta ben davanti al compagno Grosjean.

whatsapp_image_2018-09-30_at_15.15.45_2.jpeg
RussianGP2018

RETROVIE - Dispersi gli altri, partiti dietro azzardando magari la scelta delle gomme gialle in avvio. Male le Renault, con Sainz danneggiato in partenza e con una vettura impossibile da guidare nel prosieguo della gara. Malissimo, come sempre, McLaren e Williams, ultimi, che non vedono l'ora di mandare il archivio il Mondiale 2018.

In archivio, almeno sino a questa sera, non andranno le discussioni di casa Mercedes, con chiarimenti e ripartizione di promesse e pacche sulle spalle in corso. Ma l'obiettivo è stato centrato: fiaccare il Cavallino e dare l'ennesima spallata ad un campionato che, con 125 punti ancora sull'asfalto, salvo sorprese riprenderà tristemente per gli altri la strada di Brackley.

A Maranello cercheranno in tutti i modi di debellare questo benedetto mal d'Asia, a Vettel non basterà più conquistare le 5 tappe rimanenti se Mister 70 vittorie si piazzerà sempre alle sue spalle. Prossima fermata tra 7 giorni, Suzuka, nel paese del sol levante; speriamo che la stella della Ferrari non sia più cadente.

 

 

TOP FOCUS

Valentino Rossi - Monza Rally Show 2018 - foto di Luca Clerici
10/Dic/2018
Instagram VR46 Per la settima volta consecutiva, Valentino Rossi vince il Monza Rally Show 2018 primeggiando su tutte e nove le prove speciali...
Pirelli 2019
01/Dic/2018
Un gran bel giramento di testa. Che confusione, sarà perchè giriamo. E non ci consumiamo, non degradiamo, più che gomme per cancellare pneumatici da cancellare...
12/Dic/2018
Se è vero che i record sono fatti per essere battuti (e prima o poi Giacomo Agostini dovrà farsene una ragione, perché almeno uno dei suoi, quello delle...
Jorge Viegas eletto Presidente FIM
02/Dic/2018
 La Fim, dopo 12 anni di presidenza del venezuelano Vito Ippolito, cambia… manovratore. L’assemblea generale, infatti, nell’incontro che si è tenuto nel...