Seguici anche suFacebookTwitterGoogle PlusYoutube
  • English
  • Italiano
FOCUS
focus arrow
Fenati. Contrordine della FIM: stop fino al 2019 MotoGP 2018. Il GP di Aragón da 0 a 10 Alonso: More amateur drivers compete in F1 than in the WEC F1 Singapore, Ferrari, Raikkonen: «Mi sono dovuto accontentare» F1, Peter Sauber: «Raikkonen darà un grande impulso al team» F1, Niki Lauda lascia l’ospedale dopo tre mesi McLaren signs Sergio Sette Camara to F1 test and reserve role F1, Gp Abu Dhabi: le gomme scelte dai piloti MotoGP 2018. Marquez in pole nel GP di Thailandia MotoGP 2018. Rossi: "Poteva essere una giornata storica" Energica MotoE: settimana fitta d'appuntamenti a Misano The new tech concept Ferrari's 2018 F1 title hopes now rest on F1 drivers want to have risk of using DRS through Suzuka's 130R F1, a Milano tifosi in delirio per la Ferrari F1 drops glasses camera over safety concerns, has two alternatives F1: Vettel, bis in Brasile a 2,50 F1, Ricciardo: «Sono perseguitato dalla sfortuna» MotoGP 2018. Le pagelle del GP d'Austria MotoGP 2018. Lorenzo torna in pista a Sepang F1 triple-header only considered for flyaway races, not Europe

FORMULA NEURODELIRI

F1 2018

Sala Stampa F1

Più che lo champagne a fine gara, una bibita nei meandri della propria hospitality, un goccio per dimenticare, ultimamente in Formula 1 serve la neurodeliri.

Urge terapia d'urto, valium, qualche camicia di forza, chiamate un dottore! Piloti da coccolare, crisi di nervi da lenire, sussurri e grida da contingentare. Siamo a fine stagione, d'accordo, tra verdetti emessi e un futuro per molti incerto, per taluni senza troppe illusioni, per altri di necessaria rivalsa.

Come in tutte le discipline sportive, vince uno solo, non sempre l'importante è partecipare allevia dei gran mal di testa. Il potere logora chi non ce l'ha, mai affermazione di un politico d'altri tempi meglio si adatta alle frustrazioni di chi, per forza o per motore, deve inchinarsi allo strapotere altrui, ai successi della concorrenza, ai trionfi di un avversario che agli altri lascia poche briciole in pista.

vettel_hamilton.jpg
Vettel ed Hamilton

Dai dolori del giovane Vettel alla malcelata furia del buon Ricciardo, dalla forzata ipocondria del pallido Bottas alla rinascita e trasformazione da Mr. Hyde a Dottor Jekyll, sotto gli occhi spiritati e soddisfatti di un altro "dottore", Helmut Marko, del nuovo Max Verstappen versione 2.0. Da un Alonso al passo d'addio "festeggiato" a suon di rusoni, pezzi pazzi altrui, da rivali kamikaze e vetture avversarie cadenti sull'asturiano, a giovani rampanti fin troppo graffianti, che al solo vedere il semaforo diventare verde al via, si trasformano in leggiadri elefanti in una cristalleria.

Per non parlare del duo-idea della Haas, spesso decenti in qualifica, ma poi la domenica camaleonticamente abili a trasformarsi in disastri ambulanti al limite del ritiro della licenza di guida.

Dalla pista al muretto il passo è breve, strateghi autoimmuni che ne combinano di ogni, team principal messi in discussione che discutono a piè sospinto, guerre interne alle scuderie tra veti e divieti, per non dimenticare noi giornalisti, non tutti tali purtroppo, sempre pronti a soffiare sul fuoco della polemica e ad alimentare mendaci spifferi.

E poi giudici, direttori e commissari, nani e ballerine che ne combinano una più di Bertoldo, vero nocumento secondo regolamento. Libere interpretazioni, difformi decisioni che da troppo tempo oramai influiscono, anche pesantemente, sullo svolgersi delle contese automobilistiche.

Ed il gommista che ce ne propina di tutti i colori, che mescola e rimescola coperture all'apparenza soffici da masticare, ma che alla fine si rivelano bocconi indigesti, mattonate sullo stomaco ed in pista. Un menù fantasmagorico, multicolor, che però viene rivisto e corretto stagione dopo stagione, senza tuttavia veri cambiamenti. Scelte discusse a lavori in corso dallo stesso fornitore, chef unico al momento, ma senza stelle Michelin...

Insomma, chiamate la neuro, presto! Liberty tutti! 

TOP FOCUS

Giovanni Copioli, Presidente FMI
08/Nov/2018
Il prossimo primo dicembre a Nantes si terranno le elezioni del nuovo presidente della Fim, in sostituzione di Vito Ippolito, che con il terzo mandato chiude...
Incidente Ocon - Verstappen , Brazil GP 2018
13/Nov/2018
Le regole sono uguali per tutti? In teoria bisognerebbe rispondere di sì, salvo poi trovarsi di fronte ai fatti di San Paolo e constatare che non è sempre così...
MacauGP: incidente di Sophia Florsch
18/Nov/2018
Tweet di Floersch Terribile incidente per Sophia Florsch, che durante la Formula3 al Gran Premio di Macau, al 4° giro in piena curva ha perso il...
09/Nov/2018
Top team separati da pochi millesimi nelle libere di Interlagos, con Verstappen e Bottas a comandare le 2 sessioni ed una Ferrari davanti sul passo gara. Ma le...