Seguici anche suFacebookTwitterGoogle PlusYoutube
  • English
  • Italiano
FOCUS
focus arrow
Presentato il Team Trentino Gresini MotoE F1 Abu Dhabi, giro d'onore per Alonso: Hamilton e Vettel «Ci mancherà» F1 Singapore: trionfa Hamilton, Vettel è 3° Teams meet at Japanese GP to discuss improving state of Formula 1 Red Bull losing 'best overtaker' in Formula 1 in Daniel Ricciardo F1, Austin: Hamilton si conferma il più veloce, Vettel decimo F1 Ferrari, Clear: «Dobbiamo essere pronti per la sfida di Leclerc» Lewis Hamilton didn't expect Sebastian Vettel to tail off F1 Sauber, Giovinazzi: «Mi manca la pressione della gara» F1 GP Singapore, Arrivabene: «Leclerc scelta per il futuro Ferrari» F3 Austria, Mick Schumacher vince ancora! Gasly calls F1's rules over racing other cars a 'weird grey area' Ferrari brings major F1 floor upgrade to United States Grand Prix Japanese GP: Lewis Hamilton fastest again in second Friday practice Ferrari becomes latest F1 team to copy McLaren's rear wing idea Ferrari F1 boss hits back at criticism of team for 2018 errors Honda's engine progress leaves Max Verstappen 'very excited' for 2019 F1 believes it can still attract new engine manufacturers for 2021 F1 Gp Russia, Verstappen: «L’obiettivo è arrivare quinto» Kvyat to drive in Abu Dhabi F1 test ahead of third Toro Rosso spell

CAVALLINO…SBANDANTE


Sala Stampa F1

Una volta il cavallino era “rampante”, adesso è diventato “sbandante”. Nel senso letterale del termine, ovvero che sta sbandando, andando alla deriva.

vettel_1.jpg
Sebastian Vettel

Non si può altrimenti definire l’immagine della Ferrari dopo il gran premio del Giappone, in assoluto il punto più basso raggiunto quest’anno dalla scuderia di Maranello.

Il sabato è stato semplicemente disastroso, con la figuraccia in mondovisione del box che ha prima mandato in pista i piloti con le gomme intermedie da pioggia su pista ancora asciutta, poi ha messo le coperture da asciutto su un tracciato ormai bagnato. Un disastro. Arrivabene, furente con i suoi come mai lo si era visto prima, ha definito la cosa “inaccettabile”, ma al di là delle definizioni il problema è capire come la Ferrari si sia potuta ridurre così, implosa su se stessa nelle ultime gare come nemmeno nelle peggiori stagioni scorse.

Qualcuno ha parlato di fratture interne, qualcun altro di un box nel panico, altri ancora di una bussola andata persa non appena si è capito che la Mercedes stava prendendo il largo, proprio nella stagione in cui sembrava che il gap con i tedeschi fosse stato definitivamente colmato.

sebastian-vettel_1.jpg
Vettel - Verstappen

In gara non è andata certo meglio, con Vettel ancora una volta protagonista in negativo. Lo scontro con Verstappen (poco importa capire se c’era o non c’era lo spazio per infilarsi, ogni pilota difenderà sempre la propria scelta) è l’ennesimo episodio di una stagione da dimenticare, in cui l’elenco di errori (suoi o del team) si aggiorna impietosamente di gara in gara. Ancora una volta ha tentato l’”all in”, ma ancora una volta il colpo non gli è riuscito e si è ritrovato a dover ricostruire una gara.

Inutile consolarsi con la furente rimonta del tedesco, perché lo abbiamo ripetuto spesso: con il divario che c’è in pista chiunque tra Mercedes, Red Bull o Ferrari si ritrovasse in fondo al gruppo avrebbe sempre e comunque i mezzi per arrivare tra il terzo e il sesto posto.

La Rossa si è persa, nei piloti, nel muretto, negli uomini ai box. Se vincere aiuta a vincere, perdere fa sempre più male, perché mette in mostra limiti e difetti di tutti. Sembra che dopo la scomparsa di Marchionne qualcosa in Ferrari si sia rotto, con una squadra persa nei propri dubbi e circondata da pensieri sempre più neri di un’altra stagione da secondi.

Il titolo di Hamilton non è più in discussione.

In discussione, semmai, c’è tutta la Ferrari, con tante decisioni dolorose che qualcuno dovrà prendere.

TOP FOCUS

Valentino Rossi - Monza Rally Show 2018 - foto di Luca Clerici
10/Dic/2018
Instagram VR46 Per la settima volta consecutiva, Valentino Rossi vince il Monza Rally Show 2018 primeggiando su tutte e nove le prove speciali...
Pirelli 2019
01/Dic/2018
Un gran bel giramento di testa. Che confusione, sarà perchè giriamo. E non ci consumiamo, non degradiamo, più che gomme per cancellare pneumatici da cancellare...
12/Dic/2018
Se è vero che i record sono fatti per essere battuti (e prima o poi Giacomo Agostini dovrà farsene una ragione, perché almeno uno dei suoi, quello delle...
Jorge Viegas eletto Presidente FIM
02/Dic/2018
 La Fim, dopo 12 anni di presidenza del venezuelano Vito Ippolito, cambia… manovratore. L’assemblea generale, infatti, nell’incontro che si è tenuto nel...