Seguici anche suFacebookTwitterGoogle PlusYoutube
  • English
  • Italiano
FOCUS
focus arrow
Toto Wolff trying to stay out of Mercedes F1 team strategy calls Grand prix tracks' DRS changes for rest of 2018 Formula 1 season Miami F1 race takes new blow as county mayor cancels delegates trip MotoGP. Dovizioso in testa nelle FP1 di Aragon F1 Red Bull, Ricciardo: «È stata la stagione più strana che ho avuto nelle corse» Sauber waiting on Ferrari Raikkonen/Leclerc call for '19 F1 line-up Max Verstappen should avoid engine penalties after Mexico FP2 shut down MotoGP 2018. GP Austria, FP3: Marquez il più forte F1, Ricciardo ha scelto Renault F2 racer Louis Deletraz: I'm a serious Haas F1 team future option Haas Formula 1 team's critics lack respect - Romain Grosjean F1, Gp del Messico: seconde libere a Verstappen. Vettel quarto Singapore GP: Vettel 'not good enough' in messy qualifying Grosjean came 'very close' to copying Ferrari tyre error at Suzuka Max Verstappen says 'smiling' Esteban Ocon goaded him into clash F1 Haas, futuro incerto per Romain Grosjean Rival Formula 1 teams allow Force India to keep prize money MotoGP 2018. Dovizioso: "Mi sento un gran figo" Red Bull Formula 1 team expects 0.15s Spa gain from new fuel F1 Mercedes, Hamilton: «La gara è il nostro punto di forza»

SPICE-X, A TORINO NASCE UNA MONOPOSTO ELETTRICA PER I NEO-PILOTI: “L’OBIETTIVO È RINVERDIRE I FASTI DEL GP DEL VALENTINO”

Spice-x , Antonella Pepe

Pianeta Giovani

Qui l’amore per il design sposa l’ergonomia in tema di arredamento. A Rivoli, una quindicina di chilometri da Torino, sorge il moderno quartier generale di Mastery Design, incastonato in un grande palazzo che si caratterizza per le vaste facciate in cristallo e gli spazi verdi prospicienti immersi in un’area comodamente raggiungibile dalla vicina strada statale e dallo svincolo autostradale Torino-Fréjus. 

mastery_design.jpeg
Mastery Design, Antonella Pepe ed Ermanno Frassoni

Ad accogliere SkeetGP per una chiacchierata sui progetti e le ambizioni di Spice-X, l’inedito brand radicato in Piemonte e nato dalla collaborazione tra un trittico di aziende presentato ufficialmente durante la quarta edizione del Salone dell’Auto di Torino di scena dal 6 al 10 giugno 2018, c’è Antonella Pepe, direttore vendite della società Mastery Design. 

A lei il compito di alzare i veli sull’entità apparentemente misteriosa del progetto di una monoposto da corsa totalmente elettrica soffermandosi in particolare su temi quali l’accessibilità del prodotto, la vocazione spontanea del concept orientato verso i giovani piloti e l’opportunità di rivedere in un prossimo futuro una vera competizione nel parco del Valentino di Torino sulla scia dell’omonimo Gran Premio disputato nell’epoca gloriosa eppure spietata dei cosiddetti cavalieri del rischio.

Antonella, quale prototipo ha presentato Spice-X nel contesto del Salone dell’Auto di Torino 2018?

Spice-X, che è il nome del brand lanciato a Parco Valentino International Auto Show, è una vettura concepita in due differenti versioni, una con la copertura a cupola e l’altra con la protezione anti-vento. Si tratta di un prototipo innovativo che brilla in compattezza complici i suoi tre metri e ottanta centimetri di lunghezza per un metro e settanta di larghezza. È una monoposto che sa catturare immediatamente l’attenzione dell’osservatore perché le sue stesse linee suscitano divertimento risultando al contempo seducenti e accattivanti. Abbiamo avuto prova di questo raccogliendo i pareri dei visitatori del Salone dell’Auto che passeggiavano nel parco e ci comunicavano incuriositi le loro impressioni davanti al nostro stand.

Cosa puoi dirmi in merito alle prestazioni?

Innanzitutto l’auto è completamente elettrica e prevede due motori installati all’altezza del retrotreno dove trovano alloggiamento le ruote posteriori. La versione base, denominata SX1, che è quella esposta all’ultima edizione del Salone dell’Auto di Torino, può raggiungere una velocità massima di centosessanta chilometri orari mentre nella sua tipologia più evoluta si toccano i duecentoquaranta.

spicex_.jpeg
Spice-X

Cosa c’è dietro il progetto Spice-X?

È un sogno che nasce alcuni anni fa su impulso di mio fratello Fabrizio Pepe, designer e ideatore del concept. Per intenderci io e Fabrizio siamo soci di un’azienda, Mastery Design, che è fornitrice del brand Spice-X; insieme ci siamo occupati di tutti gli aspetti relativi al design e alla progettazione della monoposto fino a curare il project management della vettura stessa. Spice-X è un progetto creato artigianalmente che ha potuto contare sulla preziosa collaborazione di altre due società, segnatamente AM Costruzione Modelli per quanto attiene alla realizzazione della scocca e Performance Car di Massimo Bechis per la componente telaistica e di motorizzazione. L’amicizia e la stima reciproca tra le persone che operano in queste aziende hanno portato alla nascita del brand Spice-X. 

Perché avete scelto Parco Valentino International Auto Show per proporre Spice-X?

Il Salone dell’Auto di Torino migliora anno dopo anno ed essendo ormai assurto al ruolo di kermesse internazionale rappresenta un appuntamento irrinunciabile per tutti coloro che lavorano nel settore automotive. Nel capoluogo sabaudo si sentiva il bisogno di un evento così; a mio avviso Parco Valentino International Auto Show fa bene alla città ed è doveroso attribuire il giusto merito ad Andrea Levy, presidente del comitato organizzatore, che l’ha pensato e quindi organizzato. Per Spice-X, trattandosi di un’anteprima mondiale, era la prima volta. Personalmente apprezzo molto l’idea di un Salone all’aperto che riesce a coinvolgere aree diverse della stessa città.

Quali sono stati i riscontri ottenuti da Spice-X nella cinque giorni del Salone dell’Auto?

La risposta del pubblico è stata incredibile. Siamo arrivati a Parco Valentino International Auto Show con la consapevolezza di poter fare affidamento su un prodotto attrattivo, ma onestamente non ci aspettavamo recensioni così entusiastiche. In un certo senso si è verificato quello che io e mio fratello speravamo. Ci ha inoltre fatto particolarmente piacere constatare l’interesse della sindaca Chiara Appendino e di Danilo Toninelli, ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti del governo Conte.

L'articolo continua dopo l'inserzione

Spice-X nutre le ambizioni di un’automobile da corsa. Dove vorreste arrivare con questo progetto?

Naturalmente il punto di riferimento è la Formula E perché attualmente questa categoria sta dominando la scena mondiale nel comparto delle motorizzazioni full electric in ambito sportivo. L’idea di Spice-X consiste nel promuovere un campionato ad hoc per questa tipologia di vettura che è unica nel suo genere in termini di forme e misure. Vorremmo cominciare a muoverci a livello nazionale con una trentina di pezzi. Al momento esiste un solo esemplare completo di Spice-X, ma ne abbiamo già altri in costruzione: stiamo infatti parlando di un vero artigianato automobilistico con i tempi di gestazione che questa scelta richiede. La monoposto va messa a punto come si conviene e per adesso ci possiamo dichiarare già soddisfatti di avere presentato al Salone dell’Auto un prototipo funzionante. 

spicex_3.jpeg
Spice-x

Il parco del Valentino di Torino ha ospitato, a cavallo tra gli anni Quaranta e la metà degli anni Cinquanta del secolo scorso, l’omonimo Gran Premio vinto tra gli altri da campioni del volante del calibro di Achille Varzi, Luigi Villoresi e Alberto Ascari. Considerato che Spice-X è un prototipo elettrico adatto per gareggiare anche nelle città, c’è forse qualcosa che bolle in pentola al riguardo?

Sì, ne abbiamo parlato direttamente con il presidente Levy e quando sarà possibile ci piacerebbe organizzare una gara vera e propria di Spice-X al parco del Valentino in modo da rinverdire i fasti del vecchio Gran Premio. La nostra monoposto è molto maneggevole e non deve scontrarsi con il problema dei costi decisamente più elevati che comporterebbe la gestione di un weekend di Formula E.

Perché ritenete che Spice-X sia una vettura adatta ai neo-piloti?

Il prototipo piace e catalizza gli sguardi dei giovani che restano molto colpiti dall’aspetto estetico della monoposto. Spice-X, però, non è soltanto un concept bello esteticamente, bensì è anche semplice e funzionale sotto il profilo dell’utilizzo. È facilmente trasportabile, di conseguenza non occorre girare con uno staff di meccanici per andare a provare in pista; da parte nostra, inoltre, stiamo studiando una serie di applicazioni che si possono collegare al mondo dell’elettrico e riguardano appunto la gestione attraverso le app. L’auto è costruita volutamente con materiali non nobili proprio perché vuole avere un livello di ingresso economicamente accessibile per chi desidera avvicinarsi al motorsport.

spice-x-retro.jpg
Spice-x-retro

A quanto ammontano le spese di gestione e di manutenzione?

Spice-X si rifà alle esigenze dei piloti che gareggiano sui kart. I costi di gestione, dunque, sono simili a quelli di un kart potendo tuttavia godere appieno delle prestazioni di una monoposto decisamente più evoluta.

Perché Spice-X ha deciso di puntare su un concept da corsa?

Sono convinta che nel motorsport, per un’azienda come la nostra, ci sia più margine di manovra. Con Spice-X abbiamo voluto investire nell’innovazione, mentre entrare nel settore automotive avrebbe significato più concorrenza e minori possibilità di crescita in un mercato per molti versi consolidato.

Quale sarà il prossimo passo di Spice-X? 

Per settembre abbiamo in agenda dei test su una pista italiana non allo scopo di ricercare la performance pura del mezzo quanto piuttosto con l’obiettivo di effettuare le necessarie prove in un contesto probante come può essere appunto un autodromo. Abbiamo già ricevuto delle richieste per portare Spice-X su circuiti di livello internazionale, quindi fuori dall’Italia, ma l’apertura verso nuovi mercati non ci sorprende più di tanto: il concept è pensato per ogni tipologia di tracciato con assoluto rispetto dell’ambiente circostante visto che si tratta di una monoposto non inquinante.

 

Aggiungi un commento

TOP FOCUS

Giovanni Copioli, Presidente FMI
08/Nov/2018
Il prossimo primo dicembre a Nantes si terranno le elezioni del nuovo presidente della Fim, in sostituzione di Vito Ippolito, che con il terzo mandato chiude...
Incidente Ocon - Verstappen , Brazil GP 2018
13/Nov/2018
Le regole sono uguali per tutti? In teoria bisognerebbe rispondere di sì, salvo poi trovarsi di fronte ai fatti di San Paolo e constatare che non è sempre così...
MacauGP: incidente di Sophia Florsch
18/Nov/2018
Tweet di Floersch Terribile incidente per Sophia Florsch, che durante la Formula3 al Gran Premio di Macau, al 4° giro in piena curva ha perso il...
09/Nov/2018
Top team separati da pochi millesimi nelle libere di Interlagos, con Verstappen e Bottas a comandare le 2 sessioni ed una Ferrari davanti sul passo gara. Ma le...